Il Sole 24 Ore. Il Mi-To a regia debole

La competizione tra Milano e Torino cinque anni dopo il documento lanciato a Cernobbio.

Manca poco al 14 dicembre, quando Torino e Milano disteranno 50 minuti. La nuova offerta del servizio ferroviario ha riacceso il tema del rapporto tra le due città.

Quel tema fu aperto cinque anni fa a Cernobbio dalle Camere di commercio dei due capoluoghi, consapevoli che qualcosa sarebbe cambiato con il collegamento rapido. Nel dibattito recente, però, pare che il dibattito si sia sviluppato in senso competitivo: quasi una gara per scommettere sulla città vincitrice e sulla città perdente dal confronto con i risultati dei cambiamenti indotti dalla nuova infrastruttura.

Nei tempi attuali, caratterizzati da scarsità delle risorse finanziarie, non ci si può permettere un atteggiamento tout court competitivo né a Milano né a Torino. Del resto, le poche iniziative realizzate, per esempio in ambito culturale, hanno dimostrato che “l’unione può far la forza“: dipende però dal modello organizzativo, che deve includere una regia generale.

Il parere di Giuseppe Russo, economista – curatore scientifico dello studio «Torino Milano 2010 – Una ferrovia, due poli, una regione europea» (2004)

 

Leggi l’articolo completo:

2009-10-28 Il Sole 24 Ore Il Mi-To a regia debole

 

Rispondi