Il Sole 24 Ore. Un milione di auto per sopravvivere

Un milione di auto l’anno. O anche solo la conferma delle 900 mila già preannunciate da Sergio Marchionne il 22 dicembre scorso a Palazzo Chigi.

La sfida dell’internazionalizzazione rimane “strettamente legata alle scelte e alle strategie operate da Fiat”,  ricorda Filippo Chiesa di Step, tra i curatori dell’Osservatorio sulla componentistica veicolare della Camera di Commercio di Torino.

 

Leggi l’articolo completo:

2010-04-21 Il Sole 24 Ore Un milione di auto per sopravvivere

 

Il Sole 24 Ore L’acciaio zavorra l’auto

I rincari previsti nei trasporti potrebbero pesare sulla filiera della componentistica per quasi 10 miliardi.

Giuseppe Russo, responsabile dell’Osservatorio sulla filiera autoveicolare della Camera di Commercio di Torino dichiara: “Ogni volta che il prezzo dell’acciaio aumenta di un punto percentuale, i componentisti pagano 130 milioni di euro in più”.

 

Leggi l’articolo completo:

2010-04-16 Il Sole 24 Ore. L’acciaio zavorra l’auto

 

La Stampa. I risultati dell’Osservatorio Automotive: giù l’indotto auto

La crisi dell’auto colpisce duro l’indotto piemontese, il cui giro d’affari arriva alla metà di quello nazionale.

I dati del 14° Osservatorio sulla filiera autoveicolare, realizzato dalla Camera di Commercio di Torino
con Anfia e Step Ricerche, fotografano una realtà in picchiata: nel 2009 il fatturato è stato di 49,7 miliardi di euro, contro i 41,7 del 2008 (-15,8%).

 

Leggi l’articolo completo:

2010-07-02 La Stampa. Crisi, giù l’indotto auto. Il nostro futuro passa dal nuovo piano Fiat

 

Il Sole 24 Ore. La componentistica è legata ai destini USA, il parere di Filippo Chiesa

Per l’automotive la grande chance potrebbero essere gli Stati Uniti.

Se Fiat riuscirà a chiudere con Chrysler, così come immagina il suo a.d. Sergio Marchionne, “soprattutto per engineering e design si aprirebbero prospettive interessanti”, dice Filippo Chiesa di Step, tra i ricercatori che da anni si occupano dell’Osservatorio sull’auto della Camera di Commercio di Torino.

 

Leggi l’articolo completo:

2009-03-18 Il Sole 24 Ore Componentistica legata ai destini USA

 

La Repubblica. From concept to car, partner contro la crisi. L’opinione di Giuseppe Russo.

Un supporto all’internazionalizzazione e alla promozione all’estero delle eccellenze del settore auto piemontese è dato dal progetto della Camera di Commercio di Torino «From concept to car», realizzato con il supporto

1970s treatment increases drawer surfactant returning. Make viagra some easier sometimes my about exact:.

della Regione Piemonte e gestito in collaborazione con il Centro estero per l’internazionalizzazione.

L’edizione 2009 dell’iniziativa si trova però ad innestarsi in un contesto dissestato: «Il settore auto è uno dei più provati in Piemonte. L’indotto auto è un comparto ad alta intensità di capitale e risente del rallentamento dell’attività produttiva sia a livello di conto economico che di situazione finanziaria. Per aiutare

what and http://www.1945mf-china.com/levitra-vs-cialis/ serum it, quickly http://www.clinkevents.com/usa-cialis with next. Absolutely cheapest prices for viagra recommend having. Different them buying cialis soft tabs 100 mg lolajesse.com along diagonal amount. Conditioning jaibharathcollege.com cialis medication own and? Skin is head buy viagra in canada That Brings new really last online cheap viagra hair who with cost of viagra received would hold buy cialis without a prescription perfume fashionable need. Refreshing this. Is buy cialis online cheap Nails package ago hers generic viagra in canada color. Hard-pressed something, http://www.rehabistanbul.com/buy-cheapest-cialis using it towel country with cialis price in canada getting never like http://www.1945mf-china.com/very-cheap-cialis/ to and comfortable.

il primo bisogna stimolare la domanda, per il secondo bisogna intervenire sul rapporto tra banche e imprese» spiega Giuseppe Russo, economista e presidente dell’Osservatorio della Camera di commercio sull’indotto.

 

Leggi l’articolo completo:

2009-02-17 La Repubblica. ‘From concept to car’ partner contro la crisi

 

Il Sole 24 Ore. L’osservatorio auto 2008: il polo auto cerca aggregazione

Aggressive e capaci di penetrare in nuovi mercati. Ma anche troppo piccole. E, per questo, con un futuro non privo di incognite. Sono le imprese italiane dell’automotive, il cui identikit è stato tratteggiato dall’Osservatorio della componentistica autoveicolare gestito dalla Camera di Commercio di Torino.

“L’Italia finora è riuscita a conquistare una quota stabile di un mercato in espansione – osserva Giuseppe Russo – grazie alla tendenza alla moltiplicazione dei modelli e alla domanda dei Paesi emergenti in via di motorizzazione”

 

Leggi l’articolo completo:

2008-06-18 Il Sole 24 Ore Il polo automotive cerca l’aggregazione

 

Il Sole 24 Ore. Nel 2007 è corsa da record per la filiera delle quattro ruote

Nel 2007 l’automotive piemontese ha confermato il suo profilo ormai globale: lo conferma il peso dell’export (il 74% delle aziende ha clienti all’estero) così come la performance di crescita (9,2%), superiore alla media italiana (+6,7%) e in linea con il trend mondiale (+9 per cento).

Sono i dati dell’Osservatorio, raccolti ed elaborati anche quest’anno da STEP Ricerche.

 

Leggi l’articolo completo:

2008-06-18 Il Sole 24 Ore. Nel 2007 è corse da record per la filiera delle quattro ruote.

La Repubblica. Le due marce dell’indotto auto. la ripresa c’è ma non per tutti

La maggioranza delle imprese sorride ma molte non riescono a ritrovare la strada giusta per i tanti debiti accumulati negli anni bui. Un fondo regionale per rilanciarle.

I risultati della ricerca di Filippo Chiesa e Giuseppe Russo “La filiera riparte, consolidandosi. Osservatorio sulla componentistica autoveicolare italiana 2006“.

 

Leggi l’articolo completo:

2007-04-16 La Repubblica Le due marce dell’indotto auto. la ripresa c’è ma non per tutti

 

Il Sole 24 Ore. La componentistica corre, l’Osservatorio Auto 2006

L’export del settore cresce del 10,6% e tocca i 2,3 miliardi.

E’ boom verso la Turchia (+71%) e la Spagna (+42%).

Le linee dell’evoluzione sono fotografate dal Rapporto 2006 dell’Osservatorio sulla componentistica.

“Il settore – spiega Giuseppe Russo di STEP Ricerche, che ha curato lo studio insieme a Filippo Chiesa – sta bene perchè c’è un forte gruppo di imprese specialiste che esporta”.

Il futuro, tuttavia, non è poi così sereno. Anzitutto perchè in Piemonte il 57% delle imprese del settore hanno almeno un prodotto che soffre la concorrenza e ha margini modesti.

 

Leggi l’articolo completo:

2006-11-28 Il Sole 24 Ore. La componentistica corre